Iscriviti alla newsletter

Decreto Rilancio. Dal Bonus Covid alle stabilizzazioni precari sanità. Ecco gli emendamenti approvati

Maria Luisa Astadi
Maria Luisa Asta
Pubblicato il: 29/06/2020 vai ai commenti

AttualitàCoronavirusLeggi & Sentenze

 

Sono state approvate, ieri in Commissione bilancio alla Camera, alcune modifiche agli emendamenti al Decreto Bilancio: dal premio Covid-19 per gli operatori sanitari al bonus Ecm, ecco alcune delle novità:

Premio operatori sanità impegnati sul fronte Covid. L'emendamento 2.1 Comaroli (Lega) riconosce al personale sanitario impegnato sul fronte Covid un premio di importo non superiore a 2.000 euro al lordo dei contributi previdenziali e assistenziali e degli oneri fiscali a carico del dipendente. Questo andrà a valere sulle risorse destinate a incrementare i fondi incentivanti.

 

Stabilizzazione precari sanità. Gli emendamenti 1.03 Fassina (LeU), 2.37 Cecconi (Misto), 2.43 Pagano (PD), 10.05 Donno (M5S) e 10.07 Nesci (M5S) prevedono che il requisito dei 36 mesi di servizio per accedervi debba essere posseduto al 31 dicembre 2020: in questo modo saranno compresi anche quei professionisti della salute che sono stati in prima linea durante l’emergenza Covid, anche se con contratti a tempo determinato. Inoltre, viene spostato al 31 dicembre 2020 anche il termine per maturare i 36 mesi necessari per l’accesso alle procedure concorsuali riservate.
 
Bonus crediti Ecm a tutti gli operatori della sanità. Approvato l'emendamento 5.06 Boldi che estende a tutti i professionisti sanitari il 'bonus' grazie al quale  si intendono già maturati di un terzo i crediti Ecm del triennio 2020-2022.

Psicologi nelle Usca. Gli emendamenti 1.9 Di Lauro (M5S) e 1.79 Siani (PD) introducono, nel rispetto dei limiti di spesa per il personale degli enti del Ssn, la possibilità di conferire incarichi di lavoro autonomo, anche di collaborazione coordinata e continuativa, agli psicologi all'interno delle Usca, in numero non superiore a uno psicologo per due unità e per un monte ore settimanale massimo di ventiquattro ore.

 

da Quotidiano Sanità