Iscriviti alla newsletter

Gli infermieri con turno P-M-N in sequenza antioraria, sono meno reattivi e più stressati?

L'associazione del lavoro a turni a rotazione inversa (cioè la sequenza antioraria dei turni pomeridiani, mattinieri e notturni)è associata ad una peggiore qualità di vita, a minori prestazioni cognitive e maggiore stress. E’ ...

Mostra altre notizie